Passa ai contenuti principali

CHI DECIDE SE FAR SVOLGERE LE PROVE INVALSI AGLI STUDENTI CON PEI CON UNA DISABILITA' INTELLETTIVA?

Secondo la nota del MIUR non è obbligatorio far svolgere le prove INVALSI agli studenti con certificazione di disabilità intellettiva, per cui la scelta di sottoporli a queste prove è a discrezione della scuola e non dei singoli insegnanti delle materie coinvolte. In caso si decida di procedere con questi test è opportuno usare le misure compensative e dispensative di cui si occupa l'articolo 16 della legge 104. Si può addirittura richiedere al MIUR la possibilità di far sostenere le prove, per le classi seconde della secondaria superiore, in 2 giorni differenti, per non penalizzare troppo chi ha problemi di attenzione. Ma in ogni caso i risultati delle prove di questi studenti non possono essere inclusi nei dati di classe e della scuola.
Per quanto riguarda le altre tipologie di BES le procedure sono differenti e sono descritte nella tabella predisposta dal MIUR pubblicata sotto.

Commenti

Post popolari in questo blog

Cappella Brancacci: L'Occhio di Masaccio

COMTE

Orvieto ed le sue 1200 grotte

Panoramica di Orvieto Sotto la città di Orvieto si trovano circa 1200 grotte scavate dall'uomo in epoca etrusca, medievale e rinascimentale. Queste grotte servivano per raccogliere l'acqua (pozzi e cisterne),  come luogo di lavoro (mulini per macinare l'olio e cave di materiale da costruzione), per allevare colombi (cibo garantito in caso di assedio) e come rifugio antiareo durante le guerre mondiali. colombaia sotterranea